I

nizialmente autodidatta, alla fine degli anni ’70 si trasferisce a Feltre per lavoro, ricevendo un forte impulso alla pittura grazie allo stimolante ambiente veneto e bellunese. Partecipa così a numerose manifestazioni artistiche sia a Feltre che in altre località limitrofe ottenendo lusinghieri apprezzamenti e segnalazioni da parte del pubblico e della critica locale.

Tornato a Macerata negli anni ’80 frequenta l’Accademia di BB.AA. sotto la guida di R.Brindisi, Tomassetti, Bruzzesi, Schettini, Carboni, Batocco, Mussio. Durante la frequenza partecipa alla rassegna delle Accademie statali di B.A. all’Expo arte di Bari ed alla xxxv° ed. del premio G.B.Salvi di Sassoferrato.

E’ selezionato per la collettiva di artisti marchigiani premio Marche di Ancona. Nel ’91 espone le sue opere alla galleria Artespaziodieci di Bologna ottenendo successo di critica e pubblico. La galleria Elicon-Art di Roma lo ospita insieme ad altri artisti marchigiani. E’ ospite alla collettiva “Omaggio a Treccani” a Pollenza. Ha partecipato inoltre a numerose collettive organizzate dal dopolavoro postelegrafonico, a Macerata, Tolentino, Recanati, Ascoli Piceno, quale dip. P.T. Premiato al 1° concorso naz. Di pittura Comart di Barzanò (CO) e al premio Città di Recanati, alla collettiva d’arte Marguttiana di Macerata gli è assegnato il premio della Camera di commercio quale 1° classificato nel 2007. Ha tenuto personali a Bologna, Macerata (presso la Galleria degli Antichi Forni), Gualdo, Colmurano, Tolentino, Ripe S. Ginesio, Urbisaglia, Loro Piceno.

Hanno scritto di lui Ginesi, Valentini, De Vecchi, Del Gobbo, Ventura. I suoi lavori sono presenti in collezioni pubbliche (museo diocesano Jesi, Pievetorina, pinacoteca di Ripe S. Ginesio, Cupramontana), e private e in numerosi cataloghi

 

Mario Migliorelli attualmente vive e lavora a Colmurano (MC).